BASSANO DEL GRAPPA 17 SETTEMBRE 2011 – 6 GENNAIO 2012 NEL SEGNO DELLA FOTOGRAFIA

La manifestazione che trasformerà per quattro mesi il centro storico bassanese in centro della fotografia, dell’immagine e dell’immaginazione

Dalla metà di settembre torna, in una edizione riveduta ed ampliata, Bassano Fotografia 2011, la manifestazione dedicata al mondo della fotografia che riempirà di immagini tutta la città di Bassano del Grappa sia nelle sedi deputate, vale a dire in tutti gli spazi espositivi, che in ambiti inediti: en plein air, vie, piazze, vetrine.

È questa formula che riprende l’iniziativa ideata due anni fa, “Progetto Fotografia”, manifestazione dedicata al mondo della fotografia, che aveva proposto un calendario articolato in diversi appuntamenti; la manifestazione era nata grazie all’iniziativa della Pro Bassano, con la partecipazione di numerosi circoli fotografici e di tutti quelli che della fotografia hanno fatto un’arte.Obiettivo – ed il termine è quanto mai appropriato – del progetto era sostanzialmente quello di riconoscere la fotografia veneta, ma in primo luogo omaggiando in Museo civico una firma di levatura internazionale, quella di Ansel Adams.

La formula 2011 ha rispettato l’anima originaria, ma con un valore aggiunto in più, quello di una innovativa ristrutturazione di eventi e del un coinvolgimento di fotografi di primissimo piano, importanti collaborazioni per arrivare ad una dimensione internazionale.

Bassano Fotografia 2011 ha come filo conduttore il tema dell’immaginazione attraverso la fotografia come memoria, testimonianza ed espressione artistica di frammenti quotidiani carichi di affetti, reportage giornalistici, attimi irripetibili strappati all’oblio e interpretati creativamente in immagini.

È un percorso attraverso l’immaginazione che presenta la genialità, l’introspezione e la creatività di fotografi di levatura internazionale accanto alla passione, alla sensibilità ed alle attenzioni di realtà più vicine al territorio.

Il mondo della fotografia, così variegato da apparire quasi contraddittorio, fatto di immagini e anche di macchine, di emozioni ma anche di tecnologie, di colori e luci ma anche di bianconero e di grigi, si darà appuntamento nella città del Grappa.

Dal 17 Settembre2011al 6 Gennaio 2012 una serie di firme prestigiose sarà in mostra in diverse sedi, nei luoghi espositivi più prestigiosi di Bassano: Museo Civico, Chiesetta dell’Angelo, Chiesa di San Giovanni, Palazzo Agostinelli, Corpo di Guardia Castello Ezzelini e Palazzo Bonaguro. Inoltre nei giorni del 24 e 25 Settembre2011 una convention a Palazzo Agostinelli consentirà agli appassionati di fotografia di conoscere ed ascoltare fotografi di fama internazionale come il Premio Pulitzer Bill Frakes, i fotografi di Photofarm per poi sviluppare insieme un lavoro fotografico; all’appuntamento sarà presente un appassionato di fotografia d’eccezione, Luca Abete, corrispondente di “Striscia La Notizia”.

Tutto il Centro Storico si offrirà al visitatore come originale spazio espositivo, per diventare un’area dove senza sosta, con l’aiuto di una maneggevole guida, cercare e individuare le più diverse proposte fotografiche.

Tutta la manifestazione ha ottenuto riconoscimenti di dimensione nazionale, come la registrazione ufficiale della FIAF, Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, e l’inserimento nel calendario della “Giornata del contemporaneo” indetta a livello nazionale per sabato 8 ottobre da Amaci, l’Associazione dei musei di arte contemporanea; per l’occasione l’ingresso alle mostre allestite nell’ala nuova del Museo civico sarà gratuita.

L’iniziativa è il risultato di una cooperazione fra il Comune di Bassano del Grappa – Assessorato alla Cultura e alle Attività Museali e Assessorato al Turismo, e l’Associazione Pro Bassano, con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Vicenza e della FIAF Federazione Italiana associazioni fotografiche.

Ancora una volta si è rivelata vincente la prassi della sussidiarietà: Bassano Fotografia 11 è infatti il felice risultato di una piena integrazione di energie e risorse fra pubblico e privato. L’operazione ha potuto raggiungere una valenza di spessore internazionale grazie al sostegno di una rete di aziende operanti nel territorio bassanese che sanno guardare con attenzione al proprio territorio e non solo al proprio ambito d’impresa. Determinante e fondamentale per l’organizzazione e la coordinazione dell’evento è stato non solo il sostanzioso supporto economico, ma anche le risorse messe in campo dalla Manfrotto + Co Spa, che come azienda a messo a disposizione i suoi 40 anni di esperienze nel settore fotografico e con la sua Manfrotto School of Xcellence ha reso possibile la presenza di tante celebrità del mondo dell’immagine.

Lascia un commento